News

In Italia lavora 1 donna su 2, penultimo posto nella classifica Eurostat: il più grande freno alla crescita
Team Comunicazione
|
15-04-2021

La bassa occupazione femminile è un pesantissimo freno alla crescita. In Italia 1 donna su due non lavora, tra le ragazze con meno di trent’anni, il 25,4% non lavora, non studia e non cerca un occupazione. Appare il quadro di un Paese in cui la sfiducia è diffusa e che fatica a puntare sul proprio futuro. Anche il Global Gender Gap Report del WEF sottolinea che sono i dati sulla partecipazione economica che ci fanno scivolare al 114esimo posto, fanalino di coda a livello europeo. Un articolo di Gabriele De Stefani su La Stampa di oggi.

Disabilità e lavoro: una ricerca attraverso le narrazioni dei protagonisti
Team Comunicazione
|
14-04-2021

La ricerca “Disabilità e Lavoro attraverso le narrazioni dei protagonisti” promossa da Wise Growth e Fondazione ISTUD con il supporto di Valore D ha lo scopo di colmare alcune lacuna di conoscenza del mondo della disabilità nei contesti lavorativi, ascoltare e comprendere il vissuto delle persone con disabilità nei luoghi di lavoro, con uno sguardo al loro presente, passato e futuro. L’obiettivo del report, realizzato con la tecnica della narrazione su un campione di 154 lavoratori con disabilità, è fornire una selezione di punti e contenuti di particolare rilevanza e attualità per la riuscita del processo di inclusione e valorizzazione delle persone con disabilità, facilitando la realizzazione di interventi all’interno delle organizzazioni.

Maria Chiara Carrozza, la prima donna alla guida del Cnr
Team Comunicazione
|
13-04-2021

“Una sfida e una responsabilità senza precedenti. Ma anche un cambio di passo e di prospettiva” così ha descritto la sua nomina a presidente del Cnr Maria Chiara Carrozza, ulteriore riprova che donne e STEM sono un binomio di successo! È stata la più giovane rettrice italiana, occupando questa posizione nel 2007 della Scuola superiore Sant’Anna di Pisa. Maria Chiara Carrozza è una delle più conosciute accademiche del nostro Paese a livello internazionale. 

Consob: crescono le donne nei CdA, ma le Amministratrici Delegate sono appena il 2%
Team Comunicazione
|
07-04-2021

La presenza femminile nei CdA delle aziende quotate a Piazza Affari si attesta intorno al 40%, ma le donne Amministratrici delegate continuano a diminuire, dal 3% del 2013 a meno del 2% a fine 2020. È quanto emerge dalla presentazione del IX Rapporto sulla corporate governance delle società quotate italiane della Consob.

Oltre 135 anni per arrivare alla parità di genere secondo il Global Gender Report 2021 del World Economic Forum
Team Comunicazione
|
06-04-2021

Il Covid ha allontanato di altri 36 anni il momento in cui a livello globale dovremmo raggiungere l’uguaglianza di genere: ci vorranno più di 135 anni. Un bilancio nettamente peggiorato nell’anno segnato dal Covid: la pandemia ha fatto crollare la partecipazione delle donne al mercato del lavoro, non sono in Italia ma in tutto il mondo. In parallelo sono diminuite le opportunità per le ragazze e le madri hanno visto ulteriormente appesantirsi il carico delle incombenze di cura.

La Direttrice Generale Barbara Falcomer alla Regione Lazio: “Il cambiamento avviene solo con la sinergia tra le istituzioni e il settore produttivo”
Team Comunicazione
|
25-03-2021

Oggi la Direttrice Generale Barbara Falcomer è intervenuta in un’audizione al Consiglio Regionale del Lazio sul tema “Politiche attive del lavoro e ripresa – Occupazione femminile”. Come è noto, l’emergenza pandemica ha solo peggiorato una situazione già negativa per le donne che tra la perdita del lavoro, lo smart working e la didattica a distanza stanno pagando il prezzo più alto della pandemia e faticano a trovare l’equilibrio tra vita privata e lavorativa. Alla luce di tale contesto Valore D si impegna concretamente per contribuire nella creazione di cambiamenti tangibili fin dal breve periodo. 

“Spingiamo verso la parità di genere”, la Presidente di Valore D Paola Mascaro in audizione al Senato
Team Comunicazione
|
24-03-2021

La Presidente di Valore D Paola Mascaro oggi in un audizione al Senato sul disegno di legge sulla promozione dell’equilibrio di genere negli organi istituzionali pubblici. Le donne devono essere incluse in tutti i processi decisionali, poiché le competenze femminili sono una delle leve necessarie per contribuire ad affrontare le sfide attuali e future del nostro Paese. La matrice della mancanza di partecipazione delle donne ai processi decisionali, in politica come nel privato, è la stessa, un deficit di democrazia che necessita di essere affrontato con la stessa urgenza del gender gap nel mercato del lavoro e delle aziende.

Perché fare il papà aiuta a colmare il gender gap
Team Comunicazione
|
19-03-2021

Che cosa succederebbe se sempre più padri si assumessero le responsabilità di cura? E se iniziassero a impegnarsi prendendo il congedo di paternità? Perché è ancora così poco sfruttato? E se questo tempo migliorasse la vita domestica e l’equilibrio tra lavoro e vita privata dei padri? In occasione della festa del papà esploriamo i benefici del congedo di paternità, sia per le aziende che per i dipendenti, e capiamo come incide positivamente anche sulle possibilità lavorative delle donne e sull’economia. Che la ripresa post Covid possa portare ad un cambio di paradigma per quanto concerne i congedi dei papà. È un’occasione unica per modificare gli stereotipi sui ruoli di genere, per far emergere una nuova conciliazione vita privata-lavoro e un’equilibrata genitorialità condivisa.

ENG